Perchè iniziare con la Robotica

Ovvero quello che i giornalisti scrivono sui Robot e perchè non dovresti crederci. Ammesso qualcuno creda ancora ai giornalisti.

La Robotica appare su TG e quotidiani come un settore davvero complicatissimo, eppure vediamo sui social foto e video di ragazzini che realizzano con successo dei VERI Robot.
Come è possibile?

Semplice: la maggior parte delle difficoltà nel costruirne uno è stata risolta con dei chip estremamente potenti chiamati Controller, capaci di leggere i programmi e di controllare da solo motori, sensori, luci e servocomandi. Il bello dei controller è che si trovano su Ebay per pochi euro!

Il controller più famoso si chiama Arduino e riesce a fare da solo tutto il lavoro più difficile.

Arduino riesce a caricare sulla sua memoria on board i programmi che hai scritto sul PC, ne controlla la correttezza e li manda in esecuzione in pochi secondi. Si può resettare in caso di errore e controlla i sensori e le periferiche esterne.

Nonostante le favole dei giornalisti non stiamo vedendo piccoli geni al lavoro ma dei piccoli assemblatori, come accadeva con il vecchio Meccano negli anni 70. Semplicemente.

I geni che lavorano con i Robot stanno chiusi nella università e nelle multinazionali e non hanno alcun voglia di farci vedere i loro migliori progressi. Anzi, probabilmente è vero il contrario.

Chiarito questo punto, resta un dubbio: come fa Arduino a rendere tutto così semplice? Come riesce a controllare dei Robot complessi senza scrivere da zero tutta la logica di comportamento?

Ci riesce perchè basta caricarci dei brevi programmi presi da Github.com o da Instructables.com o da questo Blog. Tutto Qui! Grazie ad Arduino puoi partire in pochi minuti e occuparti della cosa più intrigante nella costruzione dei Robot: “La logica di funzionamento”.

E se le mie parole ti appaiono ancora un pò misteriose vediamo per sommi capi come sono fatti i Robot…

Come sono organizzati tutti i Robot, dal più semplice fino al più complicato:

  • Logica di funzionamento
    E’ il software in cui viene registrato COSA deve fare il Robot, come reagire alle difficoltà e agli imprevisti, come leggere i sensori, in poche parole quale sarà il suo Comportamento.
  • Sistema Operativo
    Lo strumento che permette di tradurre i programmi teorici in azioni e controlli, nella maggior parte dei casi non occorre fare NULLA, basta comprare un Arduino da pochi euro con il suo sistema operativo già installato e perfettamente funzionante.
  • Sensori e interfacce
    Logica e sistema operativo non servono a molto senza collegamento con il mondo esterno: parliamo di Robot, non di puro Software! Per queste cose non basta avere Arduino ma devi completarlo con sensori di temperatura, di accelerazione, umidità etc e motori elettrici e servocomandi per consentire spostamento e manipolazioni.

Anche sensori e interfacce costano cifre basse, ma a differenza della programmazione (spesso già pronta) e del sistema operativo (cui pensa Arduino), richiedono un minimo di sforzo e di impegno.

In questo Blog ti aiuterò a costruire dei Robot sempre più completi in modo facile e progressivo, con l’obiettivo di creare delle reali opportunità di lavoro.

Se l’argomento ti intriga avrai piacere di sapere che nel corso degli anni sono riuscito a crearmi una professione stabile grazie alla Robotica: l’aspetto migliore della cosa è che posso lavorare come consulente con i miei orari, senza titolari e senza contratti a 3 mesi.

 



Iscriviti ora alla nostra newsletter e dopo avere confermato la tua iscrizione troverai ogni 15 gg nella tua mail un argomento o un progetto pratico da seguire, con la lista dei componenti e il software necessario.

cta